Instagram marketing: i 5 errori da NON fare assolutamente

23 Aprile 20240

Come utilizzare Instagram per far crescere il tuo business online

Con oltre 500 milioni di utenti attivi giornalieri in tutto il mondo, Instagram è il secondo social network più utilizzato, subito dopo Facebook. Visti i numeri e il suo potenziale di raggiungere tantissimi consumatori, farsi conoscere e influenzare gli acquisti, è evidente che l’Instagram marketing è ormai un pilastro fondamentale di ogni strategia di digital marketing che si rispetti.

L’Instagram marketing permette ai brand di catturare l’attenzione di milioni di utenti in tutto il mondo, attivarli e coinvolgerli. Si tratta insomma di uno strumento potentissimo che va assolutamente sfruttato per far crescere il proprio business online. Ma è più facile a dirsi che a farsi!

Il marketing su Instagram infatti non è semplice né scontato, e per ottenere risultati reali è sempre meglio affidarsi a dei professionisti o seguire un adeguato corso di formazione per imparare a usare al meglio questo strumento. Per chi si approccia per la prima volta al mondo dell’Instagram marketing, però, ecco qualche consiglio su cosa fare e soprattutto NON fare per evitare di vanificare gli sforzi o, peggio, danneggiare la reputazione del brand.

I 5 errori che quasi tutti i principianti fanno su Instagram

La maggior parte dei marketers alle prime armi e delle aziende che si affacciano per la prima volta all’Instagram marketing non sanno bene come comunicare il proprio brand, a quale target rivolgersi, con che frequenza postare e come sponsorizzare i propri post. Se è vero che sbagliando si impara, è anche vero che ci sono degli errori molto comuni che rischiano di farti sprecare budget o addirittura di danneggiare la reputazione del tuo brand online.

Nessuna paura, però! Oggi ti svelo quali sono gli errori di Instagram marketing che la maggior parte delle aziende e dei liberi professionisti commette, e come evitarli. In questo modo avrai fatto già un passo avanti verso una strategia di digital marketing efficace e in grado di generare valore.

Partire senza un piano editoriale

Questo è uno degli errori più comuni che vedo fare ai miei clienti. Moltissimi decidono, magari presi dall’impeto del momento, di aprire un profilo Instagram senza avere ben chiaro in mente il tipo di contenuti da postare e senza avere un piano editoriale pronto. Questo è deleterio per due motivi:

  • Aprire un profilo e lasciarlo vuoto per i primi tempi è un pessimo biglietto da visita per il tuo brand. Gli utenti che arrivano sulla tua pagina devono trovare subito un adeguato numero di contenuti che facciano capire chiaramente chi sei e di cosa ti occupi, che risultino interessanti in modo da esortare al follow e che ispirino fiducia e autorevolezza.
  • Non avere ben chiara una linea editoriale è pericoloso perché c’è il rischio di postare contenuti molto diversi tra loro, senza un filo logico e una coerenza grafica e visiva.

Mi raccomando, quindi: l’apertura del profilo dev’essere l’ultimo passaggio, dopo aver già stabilito la linea editoriale e grafica della tua strategia di Instagram marketing, e dopo aver preparato un adeguato numero di contenuti per coprire i primi tempi. In questo modo quando aprirai il tuo profilo avrai già ben chiara in mente la direzione in cui vuoi andare, gli obiettivi e i KPI, il che ti renderà più facile monitorare i progressi.

Pro tip: ricordati che il tuo profilo dev’essere settato su aziendale, in modo da avere accesso a sponsorizzazioni, insight e strumenti pubblicitari!

Conosci i giusti formati per Instagram?

Un altro errore comune è quello di non utilizzare i formati giusti per tutte le tipologie di contenuti presenti su Instagram. Questo significa esporsi al rischio che i propri contenuti risultino tagliati, stretchati, poco leggibili o distorti, facendo una pessima impressione agli utenti!

Ma quali sono i formati giusti da utilizzare su Instagram?

  • Post in feed: 1080 x 1080 pixel (rapporto 1:1) o 1080 x 1350 (4:5)
  • Story e reel: 1080 x 1920 (9:16)
  • Post orizzontale/landscape: 1080 x 566 (1.91:1)

Questi sono i formati corretti grazie ai quali tutti i tuoi contenuti saranno sempre visualizzati correttamente dagli utenti. Ed è molto importante utilizzarli tutti. Non puoi infatti utilizzare un solo formato per un contenuto da pubblicare sia come post in feed che come story. Ricordati quindi di effettuare tagli diversi sui tuoi contenuti in modo che risultino sempre perfetti.

Non postare con regolarità

Quando postare su Instagram? Qui si apre un dibattito molto ampio, e il modo migliore di procedere è affidarsi a un’agenzia che possa testare diversi orari e giorni per capire meglio il comportamento della tua audience. Quello che puoi iniziare a fare tu, anzi che devi assolutamente fare, è postare con regolarità! Che sia una volta al giorno o una volta a settimana, è fondamentale mantenere una certa costanza nell’attività del proprio profilo.

Di nuovo ci viene in aiuto il piano editoriale, che non solo ci permette di programmare i nostri contenuti e distribuirli nel tempo, ma è anche utilissimo per decidere cosa postare. Definire dei format di contenuti è importantissimo per creare regolarità e per non rimanere mai senza idee! Per esempio, un format potrebbe essere dedicato alle promozioni del momento, un altro ad approfondimenti sul brand, un altro ancora alle interviste ai fondatori, ai dipendenti o anche alle recensioni dei consumatori. Insomma, l’importante è pianificare bene tutto e mantenere coerenza e regolarità!

Attenzione agli hashtag!

Gli hashtag non sono passati di moda, anzi, si confermano uno strumento utilissimo per raggiungere un pubblico maggiore e ottenere più interazioni. Bisogna però sapere come utilizzarli per sfruttare davvero il loro potenziale e non cadere in errori da principiante.

Molte persone sottovalutano la potenza degli hashtag o non sanno come utilizzarli, e di conseguenza:

  • ne utilizzano troppi
  • ne utilizzano troppi pochi
  • utilizzano quelli sbagliati

Lo scopo degli hashtag è identificare l’argomento del tuo contenuto, in modo che l’algoritmo di Instagram possa classificarlo e mostrarlo agli utenti interessati. Per questo motivo i tuoi hashtag devono essere chiari, specifici e inerenti a quello che stai postando. Scegli un giusto mix di hashtag molto popolari e altri meno utilizzati, in modo da essere mostrato a tante persone e avere chances di farti notare. Evita hashtag inventati e che non utilizza nessuno, ma fai attenzione anche a non utilizzarne troppi, confondendo l’algoritmo e gli utenti e rischiando di usare hashtag non inerenti. Un buon numero è 5, di cui 2 per descrivere il contenuti specifico, 2 per descrivere l’argomento generale e 1 per descrivere il tuo brand.

Non sfruttare il potenziale delle sponsorizzate

Le sponsorizzazioni Instagram sono utilissime e fondamentali in qualsiasi strategia di social media marketing, ma sono un tema abbastanza complesso che richiede il giusto tempo per essere studiato, sperimentato e capito a fondo. Instagram offre degli strumenti pubblicitari per promuovere i propri contenuti, e raccogliere dati e insight utili sull’audience raggiunta e sui propri follower. Ma moltissimi brand non conoscono il vero potenziale di questi strumenti, e perdono quindi una grande occasione.

Per iniziare è importantissimo fare una fase di testing, in cui si può sperimentare anche con un budget basso, per capire come segmentare il target e quali contenuti funzionano meglio.

Comincia chiedendoti qual è il tuo obiettivo, ovvero quale azione vuoi che facciano gli utenti che vedono il tuo contenuto sponsorizzato: visitare il tuo profilo? Cliccare un link? Lasciare un commento? Scegli l’obiettivo più in linea con la tua strategia e tieni sempre a mente che non c’è una risposta sempre valida per tutto, ma che i tuoi obiettivi probabilmente cambieranno di sponsorizzata in sponsorizzata.

A questo punto è fondamentale definire bene il tuo target, e anche qui puoi sperimentare con segmentazioni diverse (per fascia d’età, luogo di residenza o interessi) per raggiungere target diversi tra loro. Scoprirai che ci sono contenuti che funzionano meglio su un determinato target rispetto ad altri, e potrai adattare le tue sponsorizzate future in funzione di questo. L’importante è sempre procedere con metodo e avere ben chiara una strategia, anche quando si effettuano test, per evitare di procedere a caso e sprecare tempo e budget.

Affidati alla tua consulente di digital marketing per una strategia Instagram a prova di bomba!

Ora sai quali sono i 5 errori più comuni che i marketers alle prime armi commettono su Instagram, e sai come evitarli. Ma il percorso di formazione per diventare un esperto di social media marketing non finisce certo qui.

Per far crescere il tuo brand online e vendere su Instagram hai bisogno di una strategia mirata ed efficace, costruita apposta sulla tua azienda. Affidarsi a una consulente con oltre vent’anni di esperienza è la scelta giusta per cominciare con il piede giusto un viaggio profittevole e redditizio nel mondo del digital marketing: contattami subito e partiamo insieme!

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 + 4 =