Strategia MarketingStrategia social media marketing: il planning per raggiungere i tuoi obiettivi

30 Luglio 20210

Strategia social media marketing: per comunicare in maniera efficace devi partire da un piano ben dettagliato, in linea con la tua attività e il tuo brand.

 

Come si costruisce una strategia di social media marketing?

Si sente tanto parlare di strategia di social media marketing, ma cosa significa esattamente? In questo articolo ti spiegherò nei dettagli gli step per costruire la tua strategia di marketing: uno strumento essenziale di progettazione per avere chiara la rotta del tuo business.

Prima di imparare trucchi “acchiappa followers” devi partire da un strategia social media e digital marketing professionale, coerente e che funziona, che racchiuda obiettivi e pianificazione, perché con la casualità non arriverai da nessuna parte.

Come dice infatti Seth Godin:

Le vostre tattiche possono fare la differenza, ma la vostra strategia – il vostro impegno verso un modo di essere, una storia da raccontare e una promessa da fare – può cambiare tutto.

Partendo dalle basi, la parola strategia sta ad indicare un piano d’azione di lungo termine usato per impostare e coordinare azioni tese al raggiungimento di uno scopo od obiettivo predeterminato. Prima di iniziare bisogna chiarire che ci sono alcune cose fondamentali da tenere ben salde:

  • l’impegno a non tradire i valori che fanno parte del tuo business

  • la propria storia per ispirare altre persone e le storie che puoi utilizzare per veicolare il tuo messaggio

  • la promessa che fai alle persone che ti seguono ogni volta che proponi un valore o un servizio

Vediamo invece quali sono i punti principali su cui costruire una presenza on line che ti permette di avere dei veri risultati.

Prima ancora di elaborare una strategia di marketing bisogna porsi delle domande fondamentali. Quando inizi a promuovere il tuo business online, infatti, è fondamentale porti le domande giuste, altrimenti la strategia non funzionerà e avrai perso tempo per niente.

L’analisi di listening

La primissima azione da intraprendere consiste nell’ascolto delle conversazioni in rete.

Leggi cosa dicono i tuoi potenziali clienti, cosa seguono, cosa commentano.

L’analisi di listening si concentra su queste domande:

  • Chi sono i tuoi clienti tipo? Chi attualmente acquista i tuoi prodotti o quelli dei tuoi competitors o prodotti simili sul mercato? La maggioranza comprende più donne o uomini? A che fascia di età appartengono? Cosa li spinge ad acquistare? Cosa sognano e vorrebbero nella loro vita? Quali obiettivi vogliono raggiungere? Quali sono i loro hobby e le loro passioni?
  • Di cosa parlano in rete?
  • Cosa dicono dei prodotti dei tuoi competitors?
  • Quali sono i loro bisogni relativamente al tuo settore?
  • Dove parlano di tutto questo? Su quali canali web?
  • Quali parole usano? Quali espressioni?

Da qui puoi definire la scheda del tuo cliente ideale.

Chi è il tuo cliente ideale?

Per comunicare in maniera efficace devi conoscere i tuoi clienti: in questo modo il tuo marketing sarà mirato e attirerai i clienti giusti per te Se non sai a chi stai parlando è come se ti rivolgessi a una massa indefinita e il risultato è che parlerai a tutti senza ottenere risultati.

Conoscere il proprio cliente ideale non significa definire solo sesso, età e luogo di provenienza, ma bisogna approfondire e scoprire anche quali sono i suoi desideri, le sue aspirazioni e lo stile di vita che conduce.

Ma come fare tutto questo? Ci sono essenzialmente due metodi da cui puoi partire:

Buyer Persona Canvas

Il Buyer Persona Canvas è una griglia stile Business Model Canvas da riempire con le informazioni che hai sui tuoi clienti.

Si tratta della prima analisi preliminare che ti serve per raccogliere tutti i dati sulle persone che vuoi coinvolgere e iniziare ad approfondire come target di riferimento.

Job To Be Done

Il Job To Be Done (o JTBD) approfondisce lo schema del Buyer Personas Canvas andando a individuare le attività (Job) che i tuoi clienti devono portare avanti (a livello funzionale, sociale ed emozionale) con i relativi vantaggi raggiunti insieme agli obiettivi e le difficoltà affrontate se non riusciranno a portare a termine i job.

Si andrà a indagare le attività pratiche (= funzionali) che devono svolgere i tuoi clienti mentre affrontano i problemi relativi alla tua area di interesse, le attività sociali e come si sentiranno emozionalmente (o come vogliono sentirsi) portando a termine i vari job funzionali.

Quali prodotti o servizi vuoi vendere?

Hai messo giù i tuoi obiettivi di fatturato ma non sai da dove cominciare per raggiungerli.

Avere un’idea molto vaga di ciò che vuoi vendere non ti aiuterà: in questo momento dovrai avere un’idea precisa di tutti i prodotti fisici o servizi che vuoi realizzare, quanti ne vuoi vendere e a che prezzo. Scriverli uno per uno e pensare a quali bisogni possono andare incontro.

Qual è la tua proposta di valore?

Una volta che avrai ben chiaro chi è il tuo pubblico di riferimento potrai costruire la tua proposta di valore. La proposta di valore è il tuo punto di riferimento: ciò che definisce chiaramente il valore che il tuo prodotto o servizio porta al tuo cliente ideale ed è ciò che tu offri in maniera unica e distinguibile dalla concorrenza. Sarà il motivo per cui una persona sceglierà di comprare da te e non da un altro.

Per ogni prodotto o servizio che hai definito, dovresti associarci la proposta di valore costruita e specifica per un determinato cliente ideale o buyer persona.

Per capire meglio prova a compilare questa frase:

Io/il mio brand permette a ______(CLIENTE TIPO)_______ che vuole______(OBIETTIVI DEL CLIENTE)____[come]_____(IN CHE MODO GLI PERMETTONO DI RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI)_____a differenza di______(OFFERTA DI VALORE DELLA CONCORRENZA).

Il tutto andrà sintetizzato in uno slogan, un motto che accompagnerà il tuo Brand per tutto il tuo percorso strategico.

Come comunichi i tuoi prodotti/servizi?

Hai già identificato un tuo tono di voce?

Questo sarà il tuo linguaggio che ti identificherà e renderà personale la tua comunicazione online. Pensa quindi a come sei abituato a parlare e trova un modo personale per raccontare la tua storia e quella dei tuoi prodotti o servizi.

Dovrai poi scegliere dove preferisci comunicare il tuo messaggio e quali contenuti andrai a creare: sei più a tuo agio con la scrittura, le immagini o i video?

Infine decidi se iniziare da un unico strumento e poi ampliare il tuo raggio anche agli altri. In questo modo concentrerai al meglio le tue energie, facendo le cose per bene, un passo alla volta.

I canali di comunicazione

Quello che ti consiglio è un sito, un blog e una newsletter, ma a livello di social dovrai andare a guardare le sezioni compilate nel Buyer Persona Canvas, dove avrai mappato i social più utilizzati dai tuoi clienti ideali.

Ti suggerisco inoltre di consolidarne bene uno e poi andare avanti col successivo: in questo modo non disperderai energie e ti sentirai forte vedendo i risultati ottenuti.

Una volta compreso i bisogni del tuo cliente ideale potrai andare a creare i contenuti utili che forniscano informazioni di valore, inerenti al tuo settore, che dimostreranno come i tuoi prodotti e i tuoi servizi riescano a soddisfare proprio quelle fondamentali necessità.

A questo punto chiediti:

  • Fra le varie buyer persona che hai identificato nell’analisi, chi è il tuo cliente ideale? E se non è fra quelle, come lo definiresti?
  • Quali obiettivi di business hai per i prossimi 6-12-18-24 mesi? Come ti vedi in ognuna di queste tappe?
  • Quali sono i tuoi punti di debolezza e i tuoi punti di forza?

Passa quindi al piano d’azione vero e proprio.

Il piano d’azione

Una volta strutturata la proposta di valore sulla base dei bisogni dei tuoi clienti e sui tuoi reali obiettivi, è il momento di creare la struttura della tua strategia.

Quali sono i punti principali da creare?

  1. Oggetto principale: perché i tuoi clienti dovrebbero parlare con te? Su quale molla farai leva? Cosa otterranno dal dialogo con te o il tuo brand?
  2. Contenuti social: quali contenuti usiamo per instaurare la conversazione? Concentrati sulle categorie dei tuoi contenuti
  3. Strumenti: quali canali utilizzerai? Quali tipologie di contenuto? Immagini? Testi? Video? Link?
  4. Percorso di vendita: come porterai i tuoi clienti dal punto A (il loro bisogno/desiderio/obiettivo) al punto B (la vendita dei tuoi prodotti o servizi/la raccolta di lead/la conoscenza del tuo brand)? Come dovrebbe muoversi il tuo cliente ideale?
  5. Piano editoriale: È il momento di preparare il piano editoriale vero e proprio, lo strumento di pianificazione che ti permetterà di mettere in atto la tua strategia e il calendario editoriale per avere una visione generale  di come verranno distribuiti i tuoi contenuti.
Ultime considerazioni

Quando sarai in grado di creare un piano ben consolidato ricordati di:

  • Controllare e monitore i dati statistici: per imparare il più possibile su quali contenuti hanno generato maggiori visualizzazioni e interazioni. Ti sarà utile per riproporre contenuti vincenti.
  • Aggiornarti sulle nuove tendenze: aggiornati sempre sull’utilizzo di tutte le funzioni dei social network.
    Essere aggiornati è un modo sicuro per migliorare la portata organica di ogni contenuto.
  • Rivalutare, rielaborare e modificare: non rimanere attaccato alla strategia che hai fatto all’inizio. Dopo un pò di tempo rivedi il tutto e valuta cosa modificare, perchè ciò che funzionava un anno fa magari oggi non ha più significato. Il mondo digitale è in continua trasformazione ed evoluzione!
  • Osservare come si muovono i tuoi competitors e capire quali nuove strategie hanno messo in atto

Ricordati che questo lavoro è uno studio e una crescita continua, che rende tutto molto stimolante ma richiede anche molte energie!

Se non dovessi avere il giusto tempo da dedicarci puoi sempre affidarti a un professionista del settore! Sono a tua disposizione per qualsiasi domanda e se non sai da dove partire puoi partecipare ai miei corsi specializzati in social media marketing.

Non esitare a contattarmi! Sarò felice di aiutarti a costruire un business di successo!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

8 − 2 =

logo corsi instagram

Seguimi anche su

Copyright by Debora Diana. All rights reserved  RivoluzioneKreAttiva S.r.l. – 2021 PI 02871900342

Copyright by Debora Diana. All rights reserved.