4 tecniche di persuasione comunicativa

18 Maggio 20230

Persuasione comunicativa: 4 tecniche per vendere

Persuasione comunicativa e strategia: che rapporto hanno?

Oggi condivido con te alcune tecniche che puoi inserire all’interno della tua strategia.

Una buona strategia di marketing è strettamente collegata a una buona strategia di comunicazione.

La comunicazione persuasiva è alla base del web marketing e del linguaggio usato nella comunicazione.

Che tu sia un’azienda, un imprenditore o un negozio, è necessario costruire una buona comunicazione. Per poter fare ciò è necessario trasmettere un messaggio chiaro ed efficace.

La comunicazione persuasiva è parte integrante del marketing persuasivo, che si realizza partendo da una solida strategia di comunicazione, ma anche con l’aumento delle vendite di prodotti. Alla base di questo tipo di comunicazione esistono dei principi che derivano dalla psicologia e che riguardano i comportamenti degli utenti.

I clienti sono il centro del processo di “comunicazione persuasiva” e ne rappresentano la parte attiva. Le persone tendono a prendere delle decisioni in fase di acquisto che vengono condizionate dalla parte subconscia. Per questo motivo, oggi i marketers, facendo leva sulle emozioni, hanno ben chiaro come queste influenzano il comportamento d’acquisto nei consumatori.

I fattori psicologici sono quindi il motore che orienta le persone nello svolgere gli acquisti online. La capacità persuasiva della comunicazione sarà ciò che aiuterà maggiormente.

Chi vende deve possedere quindi una forte abilità persuasiva e saper conquistare il pubblico. Prima di vedere le tecniche capiamo cos’è la comunicazione persuasiva e come agisce su di noi.

La persuasione, che cos’è

La persuasione viene definita come l’arte di modificare l’atteggiamento o il comportamento di altri individui solamente attraverso l’utilizzo di parole o del linguaggio del corpo. Lo scopo è riuscire a indirizzare l’interlocutore verso uno stato d’animo specifico a cui punta il persuasore.

Persuasione comunicativa: 4 tecniche da usare subito

La persuasione è quindi la capacità di convincere il nostro cliente del reale valore di ciò che stiamo vendendo e della nostra esperienza nel campo specifico di riferimento. Non significa convincere chi ti sta di fronte di ciò che è falso, ma piuttosto rendergli chiaro ed evidente ciò che è vero.

Apprendere delle tecniche di persuasione efficaci, può essere utile per raggiungere i risultati che desideri.

Quali sono le maggiori problematiche più riscontrate?

  • Non riuscire a convincere il cliente sulla tua preparazione nel settore di riferimento.
  • Non riuscire a presentare la tua idea nel modo corretto.
  • Non riuscire a vendere perché non sei capace di trasmetterne il reale valore.

Tecnica 1: “Perché no?”

Sapevi che le domande hanno un grande potere? In questo caso vediamo come una semplice domanda può aiutarti a trasformare un “No” in un “Si”.

Porre la semplice domanda “Perché no?”, ha un’alta percentuale di successo di portare verso un Sì.

L’obiettivo della tecnica “Perché no?” è infatti quello di trasformare una risposta definitiva (“No”) in un ostacolo da superare. Davanti a questa domanda l’interlocutore dovrà impegnarsi a fornire delle obiezioni.

Più le obiezioni sono deboli, più si viene a creare una dissonanza cognitiva nella mente del nostro interlocutore, che continuerà a cercare una coerenza fino a rinunciare e darci ragione.

Tecnica 2: Nessuna richiesta è eccessiva

Questa tecnica di persuasione comunicativa prende ispirazione dai famosi venditori porta a porta: quando vogliamo ottenere un risultato dal nostro interlocutore, dovremmo fare una richiesta che sappiamo essere troppo elevata e poco ragionevole. Sappiamo che essendo un tantino assurda sarà seguita da un rifiuto. Ecco che arriva quindi la seconda richiesta strategica (quella reale che volevamo fare, modesta e ragionevole) e innescare il meccanismo del confronto e della comparazione della mente. Se forniamo il giusto termine di paragone, infatti, nessuna richiesta apparirà eccessiva.

Tecnica 3: accettare la prima proposta

L’obiettivo di questa terza tecnica è quello di fare una richiesta talmente banale ed ovvia da riuscire a strappare un primo, ma importantissimo “Si” al nostro interlocutore. La domanda è talmente banale che è impossibile non dire sì, come per esempio: “Usi la connessione internet?”

È dimostrato infatti che le persone che accettano una prima piccola richiesta, tendono ad accettare anche richieste successive più impegnative.

Tecnica 4: una motivazione vincente

A volte per convincere qualcuno basta dare una motivazione. Per quanto la nostra motivazione possa sembrare debole o banale, fornirla ci porterà vicini al successo.

Persuasione comunicativa: alcuni punti da ricordare

Empatia e sincerità

Essere empatici significa mettersi sullo stesso piano dell’interlocutore per comprendere il modo in cui vede e vive una determinata situazione, o più in generale, il mondo che gli sta attorno.

Per esercitare l’empatia è utile imparare a leggere le emozioni degli altri, mettersi nei loro panni.

Alcune persone possiedono questa dote in modo naturale, tanto che risulta per loro facile utilizzarla: di conseguenza sanno come esprimersi in maniera efficace.

La conseguente capacità di trasmettere fiducia è un fattore di grande importanza: chi è sincero difficilmente verrà dimenticato dal pubblico ed ecco perché il mix empatia e sincerità ti aiuterà a sviluppare al meglio la tua comunicazione persuasiva.

Ascolto

L’ascolto attivo è uno degli aspetti più importati della comunicazione: la persuasione efficace nasce proprio dalla capacità di ascoltare. L’ascolto attivo genera buone relazioni e ci aiuta a comprendere i pensieri e le emozioni dei nostri interlocutori, mantenendo un’ alta attenzione reciproca.

Ascoltare attivamente richiede concentrazione e allenamento: è un gesto di conferma che accresce l’autostima di colui che parla; la mancanza di ascolto, invece, genera l’effetto opposto.

Mantieni attenzione e interesse

Se vuoi che il tuo messaggio venga ascoltato, devi suscitare nelle persone un interesse sufficiente a tenere viva l’attenzione. Diversi studi hanno dimostrato che l’arco di tempo nel quale riusciamo restare concentrati su un certo argomento è abbastanza limitato.

Come puoi muoverti per incoraggiare gli altri ad ascoltarti?

Quando ti accorgi che l’attenzione del tuo interlocutore sta calando, cerca di scoprire il motivo. Ecco alcune tecniche che puoi tenere a mente:

  • Inizia il discorso con un aneddoto particolare;
  • Poni domande provocatorie;
  • Racconta le tue esperienze personali;
  • Fai degli esempi concreti;
  • Aiutati mostrando delle immagini.

 

Conclusioni

La comunicazione persuasiva è il principale ingrediente del successo personale e professionale, una modalità espressiva che fonde insieme Assertività ed Empatia.

Saper comunicare in modo persuasivo significa conquistare l’attenzione, l’interesse e la fiducia delle persone che abbiamo davanti a noi.

Ti serve una mano per creare una strategia comunicativa efficace, in grado di farti ricordare e far crescere le tue vendite?

Contattami e sarò felice di crearla insieme a te!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

4 × 3 =